L’UOMO CON LA...HANDYCAM

Dicembre 1997 Sabato 20 e Domenica 21 alla Sala Spazio Uno a Firenze
Rassegna di video di recente produzione


Di Anna Savelli

Medi, corti e cortissimi metraggi nella prima edizione della rassegna video “Handycam” in programma a Firenze, presso la sala Spazio Uno , Sabato 20 e Domenica 21 : due pomeriggi e due serate dense di immagini, che rendono giustizia di un genere, il video, così difficile da poter vedere.
Perché se si tratta di uno dei mezzi più diffusi tra coloro che amano “l’immagine” e ad essa si dedicano anima e corpo (per slancio creativo, per voglia di raccontare qualcosa, per professione, per hobby, ma anche in famiglia o in viaggio) è anche uno dei generi meno diffusi nelle sale, se non in rassegne ed in concorsi specifici.
Gli ideatori ed organizzatori della rassegna, Giovanni Bogani, Luigi Ceragioli e Stefano Algerini, hanno raccolto e selezionato le numerose opere (di autori italiani e non, alcuni noti e già premiati, altri meno noti) che affollano le due giornate della rassegna e le hanno suddivise in tre sezioni che ne rendono più facile l’individuazione:
“Videodoc”, i documentari, “Videofiction”, le storie, “Videoarte”, immagini in libertà, non subordinate ad un soggetto o ad una trama.
Ogni video sarà preceduto da una presentazione e, per alcuni, da interviste agli autori e al termine della prima serata verranno proiettati alcuni videogiudizi di spettatori realizzati durante una precedente rassegna e l’organizzazione promette una sorpresa per i più originali.
Segnaliamo, tra gli altri, (nella sezione “Videoarte”) Virgin cartoon pubblicitario per la Virgin Records di F.Bianchini, e 100% cinema di F.Bonazzi, un concentrato del cinema essenziale, in pochi minuti; nella sezione “Videodoc” Per occhi che vogliono capire di G.De Bastiani, per non dimenticare l’attentato ai Georgofili, Dentro fuori dal carcere a cura di LiberiLiberi, video-intervista a Sofri, Bompressi e Pietrostefani; ancora, nella sezione “Videofiction”, Cara sorella di Giovanni Polesello, opera selezionata all’ultimo Festival Cinema Giovani di Torino, Se tutto va bene prendo il prossimo treno di Rebehy, storia di un incontro fortuito che cambia la vita, premio al Gay Festival di Torino, e Dear Phone di G.Bogani e S.Algerini, selezionato all’ultimo festival del cortometraggio di Bologna.

La Pagina di Anna Savelli

Torna alla prima pagina

Indice welcome to Bitcinema