Cocktails di Bit Shekerati a modo nostro -- Cinema, Musica, Libri, Teatro, Cibi, Bevande, Viaggi ...

Sunday 23rd 2018f September 2018 09:57:44 AM
dabar Cinema Musica Teatro Letture
Protagonisti Altre opere Viaggi datadisk datafilm
Agenda Spettacoli, Cinema Firenze e Provincia, Teatri Firenze e Provincia, Concerti, Musica , Valdarno Cinema Teatri Manifestazioni, Arezzo Cinema Concerti Agenda Spettacoli

Annunci Gratuiti

Categorie





Bookmark and Share

cinema

Evento - San Giovanni V.no - 07/09/2007

Ferrara presenta venerdi il suo film su Guido Rossa a San Giovanni Valdarno.





Giuseppe Ferrara, il regista de “Il Caso Moro”, “Falcone”, “Cento giorni a Palermo – il caso Dalla Chiesa”, sar venerdi 7 settembre, alle ore 21, presso il cinema Masaccio di San Giovanni Valdarno, ospite della CGIL, a presentare il suo film “Guido che sfid le Brigate rosse”, dedicato a Guido Rossa, l’operaio della acciaierie di Genova, iscritto alla Cgil, che denunci un postino delle Brigate rosse e per questo fu ucciso brutalmente dalla colonna genovese dei terroristi il 24 Gennaio 1979. Per la Cgil Rossa un simbolo e, a tal proposito, dopo il segretario valdarnese Maurizio Viligiardi, interverr Carla Cantone della segreteria nazionale della Cgil e il Sindaco Mauro Tarchi, avendo il Comune di San Giovanni patrocinato l’iniziativa, che si resa possibile grazie alla collaborazione dell’Associazione Officina film di Alberto Tempi e di Massimo Palazzeschi, ex sindaco di Pergine, che presenter il regista toscano, nativo di Castelfiorentino, al pubblico.

Il nuovo film : “Guido che sfid le Brigate rosse”, che sar presentato a San Giovanni Valdarno venerdi 7 settembre 2007 alle ore 21,15, arena estiva cinema
Masaccio, Via Borsi .



Al telefono il Beppe cordiale di sempre; un toscano che sta a Roma da trent’anni e che mi conferma che ha pronto il film su Guido Rossa, il sindacalista comunista della CGIL, che fu ucciso dalle Brigate Rosse a Genova il 24 Gennaio 1979. Rossa aveva avuto il coraggio di denunciare un operaio che faceva il postino delle BR e distribuiva i volantini con la stella a cinque punte nelle fabbriche. Pag caro questo suo atto coraggioso: un commando della colonna genovese delle BR, con a capo Riccardo Dura, lo uccise la mattina presto mentre stava per recarsi in fabbrica a lavorare. Fu drammatico anche lo svolgersi dell’attacco: Rossa era stato colpito dalle prime raffiche di mitra alle gambe e sperava in un gesto dimostrativo, invece il capo del commando, Dura, si avvicin al finestrino della sua auto per finirlo con un colpo al cuore.
Lo sdegno del Paese fu grande e Rossa divenne il simbolo del coraggio di opporsi al terrorismo, di stroncare sul nascere la simpatia che le BR riscuotevano in alcune frange della classe operaia. Il suo sacrificio dimostr che le BR volevano solo la destabilizzazione dello stato ed erano contro la classe operaia. A Guido Rossa sono state dedicate in questi anni vie e piazze d’Italia. L’allora Presidente della Repubblica Sandro Pertini gli confer la medaglia d’oro al valor civile alla memoria.
Da questa premessa Beppe Ferrara ha tratto il film su Guido Rossa, interpretato da Massimo Ghini, mentre Gian Marco Tognazzi Dura, capo delle Brigate Rosse di Genova. Anna Galiena interpreta Silvia, la moglie di Guido Rossa e Mattia Sbragia da corpo al personaggio dell’ideologo delle BR, Mario Moretti. Il film, in nome del realismo tanto caro a Ferrara, stato girato interamente a Genova, negli stessi luoghi dove Guido Rossa ha vissuto e lavorato.



Autore: Massimo Palazeschi -
Fonti: Massimo Palazeschi -
Inserimento del 06/09/2007

Torna alla Home Page
Tuscany Accommodations
1° Italian Business Area -www.1aait.com- 1° Area Aziende Italiane

© BitBar -- privacy