Cocktails di Bit Shekerati a modo nostro -- Cinema, Musica, Libri, Teatro, Cibi, Bevande, Viaggi ...

Friday 20th 2018f July 2018 11:37:41 PM
dabar Cinema Musica Teatro Letture
Protagonisti Altre opere Viaggi datadisk datafilm
Agenda Spettacoli, Cinema Firenze e Provincia, Teatri Firenze e Provincia, Concerti, Musica , Valdarno Cinema Teatri Manifestazioni, Arezzo Cinema Concerti Agenda Spettacoli

Annunci Gratuiti

Categorie





Bookmark and Share

datafilm

Commedia - Italia

Una vita difficile

Con Alberto Sordi


Per il 150 dellUnit dItalia, lAmministrazione Comunale di Terranuova Bracciolini, ha organizzato una rassegna cinematografica, fra le pellicole proiettate, Una vita difficile di Dino Risi con una grande interpretazione di Sordi. Vi allego la mia presentazione e un breve ricordo dellincontro a Pergine con Sordi nel 1996. (M.P.)

Una vita difficile di Dino Risi rappresenta il periodo doro della Commedia allitaliana, un genere cinematografico allinizio bistrattato e solo nellultimo decennio compiutamente riconosciuto e celebrato dalla critica.
Sordi d corpo ad uno dei suoi personaggi pi riusciti, quel Silvio Magnozzi, giornalista, universitario fuori corso, romano, che si unisce ai partigiani nella Resistenza in alta Italia per combattere i fascisti e i nazisti. Si lottava allora per costruire unItalia nuova dopo il ventennio fascista, ma la illusione dura poco e il film mette in scena la sconfitta di questuomo e dei suoi ideali, in un amarcord storico da antologia: la Resistenza, il referendum monarchia o repubblica del 2 Giugno 1946 ( una delle scene pi famose e significative del film), le elezioni politiche del 18 aprile 1948 e la vittoria della Democrazia Cristiana sul Fronte Popolare (Comunisti e Socialisti), lattentato a Togliatti, segretario del Partito Comunista, nel luglio dello stesso anno e la paura della rivoluzione, poi la restaurazione dei poteri antichi e il boom economico degli inizi degli Anni Sessanta. Magnozzi ,dopo tanti tentativi di vivere per i suoi ideali e dopo aver fatto per questo anche il carcere ed aver perso la moglie Elena (Lea Massari), capisce di essere stato sconfitto e si adegua come hanno fatto tanti suoi amici e va a lavorare per il padrone che lo ha denunciato. Il suo stipendio aumenta come le umiliazioni patite fino allo scatto di reni finale davanti agli occhi della moglie, il bagliore di una speranza in un futuro incerto.
La sceneggiatura del film opera dello scrittore Rodolfo Sonego, che qui racconta la sua biografia che Sordi mette in scena in modo magistrale.

Di Massimo Palazzeschi


Autore: Dino Risi -
Fonti: Massimo Palazzeschi -
Inserimento del 09/10/2011

Torna alla Home Page
Tuscany Accommodations
1° Italian Business Area -www.1aait.com- 1° Area Aziende Italiane

© BitBar -- privacy