Cocktails di Bit Shekerati a modo nostro -- Cinema, Musica, Libri, Teatro, Cibi, Bevande, Viaggi ...

Monday 20th 2017f November 2017 03:05:33 AM
dabar Cinema Musica Teatro Letture
Protagonisti Altre opere Viaggi datadisk datafilm
Agenda Spettacoli, Cinema Firenze e Provincia, Teatri Firenze e Provincia, Concerti, Musica , Valdarno Cinema Teatri Manifestazioni, Arezzo Cinema Concerti Agenda Spettacoli

Annunci Gratuiti

Categorie





Bookmark and Share

protagonisti

cineasti - USA a New York, NY - 26/07/1928

STANLEY KUBRICK

il maestro - I° parte


Tre mogli alle spalle, esperto giocatore di scacchi, buon batterista jazz, e fotografo professionista.
Riconosciuto dalla critica, dal pubblico e dai suoi colleghi, come il pi grande regista vivente.
Dopo aver realizzato solo tre film , Stanley Kubrick ( USA , 1928 ) fu definito da Orson Wells nel 1958, come il regista americano pi dotato. “Il maestro” negli anni successivi ha stupito la inematografia mondiale con quella sua capacit di controllare pienamente, e rendere perfette le sue opere.
Ognuna di esse contemplata come un capolavoro. 12 pellicole in 32 anni sono la testimonianza di come Kubrick sia riuscito a sbalordire tutto cinema, con la personale e mai eguagliata facilit, nella libert d’espressione.
Ossessivo e nevrotico nella richiesta ai suoi collaboratori alla perfezione sia tecnica che formale.
Grazie a questo, ha sempre saputo interessare il pubblico e il costante successo gli ha dato la possibilit di disporre di produzioni illimitate nei costi, e il completo controllo dei suoi film.
Tutte le sue storie, mai autobiografiche, pur sembrando completamente slegate ed autonome, ruotano intorno alla pessimistica visione del mondo e della societ.
I suoi film sono una visione allucinata della realt, e certamente non sono terreno n di rassegnazione n di condanna, ma di profonda riflessione.
Kubrick estremizza in modo personale ed avveniristico anche la tecnica cinemato grafica, il marketing, e l’uso degli attori.
Ogni singolo progetto viene studiato, discusso e realizzato nell’ arco di diversi anni.
Poi, personalmente, dirige il montaggio, il missaggio e la stampa delle copie.
Infine, incredibile, arriva a scegliere anche la grafica e la disposizione dei manifesti pubblicitari.
Insomma nessuno pi preciso e puntiglioso di lui. In quanto alla tecnica pura, per pochi secondi di inquadratura, ha preteso l’ invenzione e la costruzione di alcuni obiettivi inusuali fino allora inesistenti, con cui ha realizzato riprese particolari.
La ricerca della perfezione, attraverso i continui miglioramenti, lo hanno condotto all’ invenzione della “steady-cam”, un particolare e tecnologico sistema di contrappesi che permette alla telecamera a spalla una linearit di ripresa perfetta e senza tremolii, rivoluzionando totalmente, per mezzo di ci, sia il cinema che la televisione.

filmografia.

“Paura e desiderio”, 1953;
“Il bacio dell’ assassino”, 1955;
“Rapina a mano armata”, 1956;
“Orizzonti di gloria”, 1957;
“Spartacus”, 1960;
“Lolita”, 1962;
“Il Dottor Stranamore, ovvero come imparai a non preoccuparmi e ad amare la bomba”, 1963;
“2001: Odissea nello spazio”, 1968;
“Arancia Meccanica”, 1971;
“Barry Lindon”, 1975;
“Shinning”, 1980;
“Full Metal Jacket”, 1987.
Eyes Wide Shut ,1999.

Kubrick muore nel 1999 mentre pensa ad A.I. Artificial Intelligence, poi realizzato da Steven Spielberg

da vedere: http://www.kubrick2001.com

continua nella seconda parte ......


Autore: GABRIELE LA ROVERE -
Fonti: http://www.kubrickfilms.com/index.html -
http://www.kubrickfilms.com/index.html
Inserimento del 07/12/2004

Torna alla Home Page
Tuscany Accommodations
1° Italian Business Area -www.1aait.com- 1° Area Aziende Italiane

© BitBar -- privacy