Cocktails di Bit Shekerati a modo nostro -- Cinema, Musica, Libri, Teatro, Cibi, Bevande, Viaggi ...

Saturday 21st 2018f July 2018 04:22:57 AM
dabar Cinema Musica Teatro Letture
Protagonisti Altre opere Viaggi datadisk datafilm
Agenda Spettacoli, Cinema Firenze e Provincia, Teatri Firenze e Provincia, Concerti, Musica , Valdarno Cinema Teatri Manifestazioni, Arezzo Cinema Concerti Agenda Spettacoli

Annunci Gratuiti

Categorie





Bookmark and Share

teatro

Festival - Fiesole (FI) - 10/07/2015

Alchimie Festival 2015 Incontri Teatrali d'Estate Fiesolana

8/9/10 luglio Terme del Teatro Romano Fiesole




“Alchimie” è il punto di incontro tra le attività teatrali che si svolgono a Fiesole nel corso dell'anno, sotto la bandiera del Teatro Solare, e un gruppo di artisti riconosciuti a livello nazionale e internazionale. Parallelamente al programma degli spettacoli "Alchimie" propone incontri tra gli artisti e la cittadinanza e promuove momenti formali e informali di aggregazione ed arricchimento culturale. Il filo conduttore dell'edizione 2015 ruota attorno ai concetti di “provincia”, “periferia”, “marginalità”. Il teatro d'arte – e specialmente quello “piccolo”, sviluppato con processi più vicini all'artigianato che alla cosiddetta industria culturale – è ormai marginale nel sistema dello spettacolo italiano, già di per sé marginale nel contesto internazionale. Fiesole è di fatto una periferia, un satellite della vicina Firenze, a sua volta città periferica nel contesto culturale contemporaneo. Periferiche sono le professioni artistiche rispetto a una società che mette al centro le priorità del mercato. D'altro canto, però, è probabilmente solo dalla Periferia che potrà nascere quello slancio verso il cambiamento che appare impossibile in un Centro ormai impantanato.
L'edizione 2015 accoglie nella suggestiva cornice delle Terme Romane di Fiesole tre spettacoli pluripremiati e di grandissimo interesse, raramente ospitati nei grandi circuiti: "Potevo essere io", della compagnia Dionisi con Arianna Scommegna, un'immersione nell'universo adolescenziale degli anni Ottanta; "Madama Bovary" del Teatro della Caduta, libera versione del romanzo di Flaubert in atmosfere piemontesi; "La famiglia Campione" della compagnia Gli Omini, vivace scontro tra tre generazioni di una famiglia alla vana ricerca del senso dell'esistenza.


8 LUGLIO
Ore 21.30
Terme del Teatro Romano

Dionisi/Arianna Scommegna
POTEVO ESSERE IO
Di Renata Ciaravino
Con Arianna Scommegna

Basato sull'intensa interpretazione di Arianna Scommegna (premio Ubu 2014) e sulla drammaturgia di Renata Ciaravino, lo spettacolo racconta gli anni Ottanta attraverso le vite parallele di due bambini che diventano grandi partendo dallo stesso cortile della periferia milanese. Due partenze, stessi presupposti. Ma finali diversi. E in mezzo la vita. Potevo essere io racconta tutto questo cercando la commedia che irrompe nella commozione. Un allestimento scarno con una sola concessione: accanto alle parole ci sono i video, perché certe immagini evocano e insieme aiutano a non mentire. Uno spettacolo dedicato ai bambini che siamo stati e che non smetteremo mai di essere, uno spettacolo dedicato a chi è sopravvissuto all'infanzia e della cui sacralità ha saputo ben poco. Spettacolo vincitore del bando Nextwork 2013 e del Festival della Valtellina 2014.



9 LUGLIO
Ore 21.30
Terme Romane del Teatro Romano di Fiesole

Teatro della Caduta
MADAMA BOVARY
Scritto e interpretato da Lorena Senestro
Liberamente ispirato a “Madame Bovary” di Gustave Flaubert con brani tratti da Guido Gozzano
Regia Massimo Betti Merlin e Marco Bianchini

Di grande efficacia e coinvolgimento emotivo, un testo colto e spiritoso, con frammenti di dialetto, dentro e fuori il personaggio, 'Madama Bovary' prende spunto da Flaubert per evocare terre piemontesi e stati d'animo senza tempo. Lorena Senestro, autrice del monologo (finalista al Premio Scenario), trasporta Emma Bovary nella sonnacchiosa provincia torinese. L'inquieta cacciatrice di eros oscilla tra lingua e dialetto, dramma e sarcasmo senza negarsi la gioia del divertimento e dello sfottò. Lo spettacolo, coniugando nuova drammaturgia e teatro d’attore, sperimentazione linguistica e tradizione dialettale, affronta tematiche di attualità: la paura di agire, le false chimere, la dialettica tra città e provincia, tra nuovo e tradizione.



10 LUGLIO
Ore 21.30
Terme Romane del Teatro Romano di Fiesole

Gli Omini
LA FAMIGLIA CAMPIONE
Di Francesco Rotelli, Francesca Sarteanesi, Giulia Zacchini e Luca Zacchini.
Con Francesco Rotelli, Francesca Sarteanesi, Luca Zacchini

La famiglia Campione ha alle spalle un percorso fatto di indagini e laboratori, un progetto che ha coinvolto cinque comuni della provincia fiorentina e più di ottanta giovani. Dieci sono i personaggi. Tre le generazioni a confronto. Tre gli attori in tutto. Così i personaggi sono dieci, ma assumono i modi, le parole, le storie, di centinaia di persone conosciute per strada. Il collage dà luogo a uno spietato ritratto del confronto tra le generazioni: i padri, i figli, i nonni, chi gira a vuoto, chi aspetta di morire. Nel 2014 la compagnia ha ricevuto il Premio Enriquez per la ricerca drammaturgica e l'impegno sociale.



Dopo gli spettacoli INCONTRO CON LE COMPAGNIE, coordina Matteo Brighenti

Prezzi. INTERO 15 €
RIDOTTO 12 €
GRATIS O 6 € per SOSTENITORI TEATRO SOLARE
ABBONAMENTO 3 spettacoli – 30 €


Fonti: Teatro dell'Elce -
http://www.estatefiesolana.it/
Inserimento del 08/07/2015

Torna alla Home Page
Tuscany Accommodations
1° Italian Business Area -www.1aait.com- 1° Area Aziende Italiane

© BitBar -- privacy